fbpx Il nostro Amarone ai Campionati Mondiali di Degustazione | La Dama vini

Il nostro Amarone ai Campionati Mondiali di Degustazione

vini degustati durante il campionato

Il nostro Amarone della Valpolicella Classico 2015 è stato uno dei protagonisti dell’ottava edizione del Campionato Mondiale di Degustazione organizzato da La Revue du Vin de France tenutasi il 10 ottobre 2020, dove ben diciotto Paesi si sono riuniti tra i vigneti di Bordeaux di Château Smith Haut Lafitte (Francia) per sfidarsi nel riconoscere vini provenienti da tutto il mondo.

I  vini sono stati scelti in modo da portare il più ampio scenario della produzione vinicola mondiale, e a rappresentare l’Italia è stato il nostro Amarone 2015. I complessivi 12 vini sono stati:

  • AYALA, Francia: Champagne Blanc de Blancs
  • CAVE DES TILLEULS, Svizzera: Fendant de Vetroz
  • BUISSON CHARLES, Francia: Meursault Bouches Cheres Premier Cru
  • LA DAMA, Italia: Amarone della Valpolicella Classico
  • DOMAINE DE LA JANASSE, Francia: Chateauneuf-du-Pape
  • PENFOLDS, Australia: BIN 8 Shiraz Cabernet
  • PICARO DEL AGUILA, Spagna: Ribera del Duero
  • VAN VOLXEM, Germania: Bockstein Riesling Spaetlese
  • ATA RANGI, Nuova Zelanda: Martinborough Craighall Chardonnay
  • LILO VINEYARD, USA: Birichino Pinot Noir, Santa Cruz Mountains
  • VALANDRAUT, Francia: Saint-Emilion Gran Cru
  • NEKOWITSCH, Austria: Schilfwein Tradition, Scheurebe

Per ogni vino degustato, le squadre potevano guadagnare fino ad un massimo di 26 punti: 

  • 1-10 per indovinare le percentuali dei vitigni presenti
  • 5 punti per indovinare il paese di origine
  • 5 per la denominazione
  • 3 per il produttore
  • 3 punti per l’annata

I vari paesi, organizzati in piccoli gruppi di assaggiatori, hanno degustato i vini in due round: il primo composto da 8 vini, e il secondo da 4 (al secondo round hanno gareggiato le prime 10 squadre con più punti).

La classifica finale ha visto primeggiare la Francia davanti alla Cina, terzo posto ex-equo per Finlandia e Svezia. Diverse squadre hanno identificato la denominazione e riconosciuto nel vino i tratti tipici dell’Amarone della Valpolicella, e la squadra francese, la vincitrice, ha riconosciuto anche la cantina produttrice, La Dama.

Questo risultato ci rende molto orgogliosi, perché la ricerca della tipicità e della personalità nei nostri vini è il primo obiettivo sul quale annualmente lavoriamo, inoltre essere a fianco di etichette blasonate a livello mondiale conferma che il nostro lavoro è sulla strada giusta e ci rende immensamente felici. 

Per andare al sito della nota rivista francese che ha organizzato la degustazione clicca qui.